Appunti in Viaggio

Prato, piccolo centro storico a due passi da Firenze

A volte ci ostiniamo a voler visitare le città più famose e importanti, tralasciando posti che potrebbero sorprenderci piacevolmente. Una città che ci ha molto colpito e che mai avremmo pensato di visitare è Prato, offuscata dalla fama di Firenze, di cui abbiamo già ampiamente parlato qui, e che si trova a pochi km di distanza. Cercavamo una città a metà strada tra Bolzano e Roma, per spezzare il lungo viaggio di ritorno dal Trentino. Prato si trova proprio nel bel mezzo del tragitto e vicino il casello autostradale, per questo l’abbiamo scelta.

Il castello dell’Imperatore: unico esempio di castello Svevo in Italia centrale

Iniziamo la nostra visita alla città dal Castello dell’Imperatore, che ha una grande rilevanza storica. E’ infatti l’unico castello Svevo del centro Italia. Fu eretto nel 1248, su una precedente struttura fortificata, il forte degli Alberti, per volere di Federico II. Federico II voleva utilizzarlo per controllare le vie di comunicazione che dal Sud conducevano verso la Germania. L’architetto che si occupò del progetto fu Riccardo da Lentini.

Castello dell'Imperatore, Prato
Castello dell’Imperatore

L’edificio, a pianta quadrata, si può visitare gratuitamente. Da un bellissimo portale, si entra nel cortile interno e, attraverso una delle due rampe di scale circolari, si accede ai camminamenti superiori che mostrano un bellissimo panorama. Il Castello dell’Imperatore si trova in Piazza delle Carceri, accanto alla Basilica di Santa Maria delle Carceri, un bellissimo esempio di chiesa rinascimentale.

 Basilica di Santa Maria delle Carceri, vista dal camminamento del Castello, Prato
Basilica di Santa Maria delle Carceri, vista dal camminamento del Castello

Cosa vedere nel piccolo centro storico?

Partendo dalla piazza, ci incamminiamo verso il cuore di Prato, il suo centro storico, caratterizzato da strade strette, piene di negozi e locali. Arriviamo al Palazzo Pretorio, in Piazza del Comune. L’edificio è l’antico palazzo comunale della città e nacque dall’unione di tre edifici distinti. Oggi è sede di un Museo che raccoglie molte opere dal Medioevo all’Ottocento. Tutte le informazioni sul museo le potete reperire qui.

Plazzo Pretorio, Prato
Palazzo Pretorio

Proseguendo raggiungiamo Piazza del Duomo. Nella bellissima piazza, davanti ai nostri occhi, ci appare la Cattedrale di Santo Stefano, in stile romanico-gotico e molto particolare per la sua bicromia. Sulla facciata del Duomo spicca il Pulpito di Donatello, costruito da Michelozzo e decorato da Donatello. All’interno della chiesa ci sono i notevoli affreschi di Filippo Lippi. Nella piazza c’è la Fontana del Pescatorello, decorata con animali marini e dominata dalla figura del pescatore. L’intera Piazza, con il Duomo sullo sfondo, il grande orologio sulla facciata e l’alto campanile, evidenziano una bellissima armonia.

Cattedrale di Santo Stefano, Prato
Cattedrale di Santo Stefano

La nostra passeggiata continua lungo Via Giuseppe Garibaldi, una strada molto carina piena di negozi e posticini dove mangiare, fino al parco in Piazza Mercatale, dove si trova anche un ampio parcheggio. Qui c’è anche una delle porte di ingresso alla città, la Porta Mercatale, al di là della quale si attraversa, tramite un ponte, il fiume Bisenzio. E’ evidente ancora una parte dell’antica cinta muraria di Prato. Prato è anche una città in cui si sta facendo largo spazio l’arte contemporanea. La dimostrazione è il monumento eretto in Piazza San Marco intitolato “Forma squadrata con taglio“, opera d’arte realizzata da Henry Moore.

Prato è davvero una città molto carina, tuttavia quello che ci ha colpiti è stata la moltitudine di giovani che affollano le strade per l’aperitivo o la cena. E’ una città piccola, ma viva! E’stato davvero piacevole passare un pomeriggio qui, tra questi vicoletti pieni di arte in ogni angolo.

Dove mangiamo stasera?

Tripadvisor ci ha fornito un grosso aiuto nel trovare un posto dove passare la serata, eravamo abbastanza stanchi ed affamati. Vi consiglio assolutamente di prenotare, i locali sono pienissimi. Noi abbiamo scelto un posto molto carino, con personale gentile e simpatico. Qui si cucinano molte cose davvero sfiziose. Il locale si chiama “I Frari” e ha una grossa scelta di vini, da accompagnare a stuzzichini, bruschette, affettati, ecc. Noi abbiamo mangiato delle schiacciate in vari gusti davvero ottime e poi abbiamo preso un tagliere di salumi, formaggi, bruschette e mostarde. Si mangia davvero bene e si spende poco.

La nostra visita termina qua! Vorrei darvi solo un cosiglio. Prato è in un posto strategico anche per recarsi a Firenze. La città ha la stazione treni e in 20 minuti di treno si giunge a Firenze. Si può sempre pensare di sceglierla come posto dove alloggiare più a buon mercato per poi spostarsi nella vicina e famosa Firenze!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.